lunedì 27 settembre 2010

D i m m e l o...




Dimmi che un giorno quel fiore ancora sboccerà,
quel pesce tranquillo nuoterà e
che l'albero a crescere continuerà.
Che quel mondo che da sempre sogno un giorno sarà.
Dimmelo.
Ho bisogno di rassicurazioni.
Sempre.
Di credere anche ad una bugia,
se viene dal cuore.
Di ricevere un sorriso,
se nasce dall'anima.


****Omaggio ad Alda...21.1.1931-1.1.2009****


..che non morirà mai nell'anima
di chi legge le sue poesie, 
intramontabili e divine creature.
Grazie Alda per l'immensa tua
eredità letteraria che ci hai lasciato.




Bambino

B
ambino, se trovi l'aquilone della tua fantasia
legalo con l'intelligenza del cuore.
Vedrai sorgere giardini incantati
e tua madre diventerà una pianta
che ti coprirà con le sue foglie.
Fa delle tue mani due bianche colombe
che portino la pace ovunque
e l'ordine delle cose.
Ma prima di imparare a scrivere
guardati nell'acqua del sentimento.

Alda Merini
bambino
http://aldamerini.splinder.com/




(mi ha fatto un "estremo" piacere il fatto che, per cercare l'immagine del bimbo con l'aquilone,
ho trovato tantissimi riferimenti a questa poesia, segno che piace tantissimo perchè davvero stupenda e non ne dubitavo!)

domenica 26 settembre 2010

Credo che..

sia sempre più Difficile farsi Capire dagli Altri,
o forse gli Altri neanche vogliono Capirci.
Viviamo in un mondo dove ognuno vuole e pensa per sè.
Forse davvero bisognerebbe riconoscerlo, mettersi in discussione
per cambiare...non solo parlare, parlare e parlare.
Forse prima ascoltare...e riflettere....sempre,
poi decidere.

sabato 25 settembre 2010


video

Un Amore a C o l o r i..



Dammi un pennello,
lo intingerò dei colori del nostro amore, 
tinte calde e vivaci, 
per non farlo scolorire più.
*

Io che son sopra le righe sempre, 
io che non vivo a metà.

venerdì 24 settembre 2010

E Piove..

da un po' e sembra un secolo.
La pioggia è noiosa anche se bello il rumore che fa'.
Fuori è già buio da un po e nella mia solitudine

divento malinconica, non ho scampo.
Gocce uguali che scendono e s'infrangono sui vetri,
bagnando ogni cosa che c'è.
Piove in questo autunno appena iniziato e tu sei lontano...lontano da qui, anche se per poco.
Ma in assenza di te qualcosa stavolta m'inventerò, 
per non sentire forte questa mancanza,
questa voglia di te, di noi, che sempre torna,
e prepotente, di sera, mi assale.

Frammenti di Me..



Frammenti di me,
pensieri e e parole,
che a volte escono e a volte restano chiusi dentro me.
Voglia di te,
che sempre torna quando non ci sei.
Quando non puoi essere vicino a me.
Ricordi lontani ma presenti nella memoria.
Come sassi che da sempre, da quando ero piccola osservo.
Pietre che da tanto tempo stanno li, che tante cose hanno visto e sentito.
Ricordi come pietre immobili che restano nella memoria del cuore,
spesso tristi, di rimpianti , di cose e persone perdute.


Poi, con la mente ritorno ad accarezzare un pensiero vicino e lieto,
che sa di te mi scalda il cuore e aspetto di nuovo il tuo ritorno.
Come Sempre.